Cari ragazzi,
ecco le vostre belle riflessioni su “Cielo d’ottobre”: complimenti!

Perché “Cielo d’ottobre” è un film sull’orientamento?
– Homer e i suoi amici credono con forza nel loro progetto e lo portano a compimento (AR);
– Il padre di Homer ha la fissazione della miniera, mentre il figlio ha la passione per i razzi e non vuol fare il lavoro del padre: dobbiamo essere noi a scegliere il nostro futuro anziché far decidere qualcun altro per noi (DDP);
– Inizialmente sembra che ad Homer la scuola non interessi, ma quando guarda il cielo e vede il razzo sovietico, comincia a studiare con più voglia (TI);
– La professoressa credeva nel progetto dei ragazzi: per la decisione della scuola che faremo ci serve il supporto dei nostri insegnanti (LC);
– Tra i ragazzi c’è stato un lavoro di squadra e si sono create nuove amicizie sempre più forti: dal prossimo anno conosceremo nuovi compagni con cui potremo fare nuovi progetti (MV);
– Il lavoro su un progetto o un sogno supera anche i pregiudizi tra le persone (IH);
– Il preside nel corso del film cambia idea e supporta i ragazzi nel loro progetto (AF);

PERSONAGGI CHE CAMBIANO:
– Il padre di Homer, che alla fine ha fiducia nel figlio e accetta il fatto che abbia delle diverse dalle sue sul futuro;
– Homer prima di avere la passione per i razzi non era interessato allo studio e alla scoperta, ma poi attraverso la sua nuova passione, studia la matematica;
– Il fratello di Homer alla fine del film riconosce il successo di Homer stesso;
– Homer matura, perché quando il padre si ferisce gravemente, si assume la responsabilità di aiutare economicamente la famiglia;
– I compagni di classe pensano che l’idea di costruire razzi sia una pazzia, ma alla fine del film sono entusiasti;
– Quando muore il saldatore, Homer si sente in colpa, perché pensava di essere la causa dello spostamento di mansione (di lavoro) il saldatore;
– La madre sostiene il figlio nelle situazioni più difficile, soprattutto rispetto al padre; è la madre che lo consola e lo comprende; la madre arriva a minacciare di lasciare la famiglia e il marito, se il padre non avesse aiutato Homer a ricostruire i pezzi del razzo per il concorso;

CHE COSA CONDIVIDONO HOMER E SUA MADRE?
– Entrambi hanno un interesse: Homer aveva interesse per i razzi, alla madre piace dipingere; la madre dipinge sul muro di casa il paesaggio assolato di una spiaggia, che potrebbe ricordare il viaggio di nozze della coppia.

CHE COSA CI INSEGNA IL FILM RIGUARDO ALL’ORIENTAMENTO?
– LAVORO: non bisogna lasciarsi condizionare dalle idee dei genitori sul lavoro che vogliamo fare, ma spetta a noi scegliere in base agli studi che facciamo (FM);
– SCELTA: siamo noi a dover scegliere in prima persona, e non gli altri (IH);
– RICOMPENSA: anche noi, dopo questi tre anni di studio, abbiamo una ricompensa, e cioè la possibilità di scegliere il nostro futuro (AR);
– IMPEGNO: come Homer e i suoi amici si impegnano nel loro progetto, così dobbiamo fare anche noi (LC);
– INTERESSE: come Homer e i suoi amici, dobbiamo trovare un interesse e scegliere una scuola che ci coinvolga per trovare un lavoro (DP);
– TRAGUARDO: Homer è riuscito ad arrivare dove voleva andare, e ha centrato il suo obiettivo;
– FORZA DI VOLONTA’: Homer quando riceve un “no” da suo padre non si è arreso ma ha continuato a credere nel suo sogno (MV);
– SOGNO: nel film Homer non si è mai arreso nonostante il padre gli impedisse di crederci (EB).