Cari ragazzi di 1A,
vi invio qualche materiale che potrebbe essere utile per rielaborare il regolamento della Battaglia Navale che abbiamo progettato nel corso delle ore di Geografia e Scrittura.
Ecco il lavori di due compagne che hanno sviluppato il lavoro fatto in classe: potete visualizzarli e scaricarli cliccando qui e qui.
Ecco gli aspetti che ho trovato interessanti di questi lavori:
1) Il ruolo di arbitro che viene affidato all’insegnante oppure ad un alunno;
2) La presenza di penalità e di come devono essere utilizzate;
3) Le navi vengono differenziate per tipologia;
4) Sono previsti dei bonus, anche se non viene spiegato come possono essere utilizzati.

Chi vuole lavorare ancora sulla battaglia navale potrebbe seguire questi spunti:
a) Creare una mappa di gioco più originale, anche diversa da un planisfero tradizionale, in cui ci siano comunque i meridiani e in paralleli; un esempio potrebbe essere questo;
b) Costruire un reticolato geografico in cui meridiani e paralleli siano tutti alla stessa distanza, ed in modo tale che il numero di incroci disponibili non sia troppo numeroso (per far sì che ciascuna partita non duri troppo a lungo);
c) Individuare un paio di bonus e penalità e spiegare esattamente come devono essere utilizzati;
d) Come bonus, introdurre la possibilità da parte dell’insegnante o dell’arbitro di fare delle domande di Geografia, con relativa penalizzazione in caso di risposta sbagliata o di vantaggio in caso di risposta corretta;
e) Pensare a come possono essere sostituiti i segni in matita delle navi sul planisfero (sagome e/o modellini adesivi), ed eventualmente realizzarle.

Provate a pensare a tutte le modifiche e i miglioramenti che possiamo apportare al gioco e al regolamento.
Buon lavoro!
A presto,

Prof. Netto