• Prendere una fonte in formato immagine (jpg, png, tif);
• Posizionarla in una cartella e copiarla per dieci volte;
• Rinominare ogni file con un nome uguale per tutti con un ordine cronologico e con il nome della fonte, bisogna infine numerarlo nell’ordine in cui viene poi inserito nella presentazione;
• Prendere ogni serie di una stessa immagine e copiarla in un file esterno alla presentazione (come Paint);
• Per ogni immagine evidenziare in modo progressivo, secondo l’analisi scritta della fonte, un dettaglio diverso con dei riquadri di un colore, situato nella barra in alto della “Home”, che risalti (rosso nel caso lo sfondo della fonte sia di colore chiaro e giallo nel caso il colore dello sfondo sia scuro), e di uno spessore 5px, anch’esso situato nella barra in alto della “Home”;
• Controllare che la lista delle immagini sia completa: che all’inizio sia presente un’immagine senza evidenziazioni e che siano presenti tutti i dettagli evidenziati nelle immagini successive;
• Creare un file di presentazione (PowerPoint, OpenOffice Impress) in cui inserire, nell’ordine dato in precedenza nella cartella, le fonti analizzate, una per ogni diapositiva;
• Il carattere deve essere leggibile (Calibri) e omogeneo per tutta la presentazione;
• Inserire le immagini nella stessa posizione della precedente;
• Nominare la prima diapositiva di ogni serie di fonti uguali con lo stesso titolo dell’immagine dato in precedenza di dimensione 44;
• Aggiungere al fianco di ogni fonte una didascalia che illustri e spieghi in modo essenziale il particolare e che sia inserita anch’essa nella stessa posizione della precedente. Il testo della didascalia deve essere di dimensione 20.