Il complemento predicativo del soggetto si trova in presenza di alcuni verbi particolari che hanno una funzione simile a quella del verbo essere nel predicato nominale.



Come il verbo essere, nel predicato nominale, ha funzione di còpula, e cioè di collegare il soggetto con il nome del predicato che ne definisce il significato, allo stesso modo il complemento predicativo del soggetto viene introdotto dai verbi copulativi, che richiedono, affinché la frase abbia senso, un completamento con il predicativo del soggetto.
Considera ad esempio la seguente frase: “Valentina sembra”.
La frase non ha senso, poiché non è completa: è infatti necessario aggiungere un complemento che ci ci spieghi come ci appare Valentina, che potrebbe essere felice, stanca, pensierosa ecc.
I verbi che richiedono come completamento necessario un nome o un aggettivo si chiamano verbi copulativi, e in analisi logica vengono definiti come predicati con verbo copulativo.
Il completamento che richiedono si chiama complemento predicativo del soggetto e risponde alla domanda “Come?”



1. Tua sorella Lucia sembra molto felice.
Tua
sorella
Lucia
sembra
molto felice

2. Teresa sarà sentita come testimone oculare.
Teresa
sarà sentita
come testimone
oculare

3. Marco è stato nominato capoclasse.
Marco
è stato nominato
capoclasse

4. L'imputato è stato dichiarato colpevole.
L'imputato
è stato dichiarato
colpevole

5. Marco è ridotto ad uno straccio.
Marco
è ridotto
ad uno straccio

6. Sei rimasto soddisfatto?
(tu)
sei rimasto
soddisfatto

7. Delle aquile volano altissime
delle aquile
volano
altissime

8. La tua proposta pare suggestiva e affascinante.
La proposta
tua
pare
suggestiva e affascinante

9. Lo squalo è considerato un pericoloso predatore.
Lo squalo
è considerato
un predatore
pericoloso

10. Andrea% da giovane% ha lavorato come operaio specializzato.
Andrea
da giovane
ha lavorato
come operaio
specializzato