Archivi categoria: in evidenza

La scuola nel ventennio fascista: testo unico di terza elementare

testo unico di terza elementare
Testo unico di lettura della classe terza elementare.

Analisi logica dei pronomi

analisi logica dei pronomi

Svolgi l’analisi logica dei pronomi personali presenti nelle seguenti frasi.

Cliccando sulle frasi, compariranno soltanto le righe di analisi logica che riguardano i pronomi presenti in ciascuna di esse. L’esercizio quindi non prevede l’analisi di tutta la frase.
Per svolgere correttamente l’esercizio, consulta la scheda pubblicata a questo link, che dà le indicazioni fondamentali per analizzare la funzione logica dei pronomi personali e relativi.

1) La festa di compleanno di Irene? Ci ha invitato lei stessa giovedì scorso.
Ci
lei

2) Gli hai spiegato diffusamente le tue ragioni?
gli

3) Hai ancora la mia racchetta da tennis? Puoi riportarmela per cortesia al prossimo allenamento?
-me
-la

4) Lo strano silenzio di Giancarla? L'abbiamo notato anche noi con preoccupazione.
L'

5) Carlo e Andrea? Li trovo affidabili e darò loro fiducia in caso di bisogno.
li
loro

6) Se arrivate prima a scuola aspettateci davanti al cancello.
-ci

7) Se Martina verrà domani al cinema? Gliel'ho già chiesto io.
Gli
-l
io

8) Le fotocopie di geografia? Nel caso tu vada da Giacomo% portagliele.
tu
-gli
-le

9) Come promemoria inviatemi una mail oppure mandatemi un messaggio via chat.
-mi
-mi

10) Carlo? Non l'hai visto tu in centro? Gli hai parlato?
tu
l'
gli

11) Adesso non ho tempo: ne parliamo domani?
ne

12) Che belli quei volumi antichi: la biblioteca ne è piena.
ne

13) Conosco bene il Professor Bianchi e ne stimo il rigore e la serietà.
ne

14) Eravamo fermi nel traffico% ma fortunatamente ne siamo usciti prendendo una scorciatoia.
ne

15) Hai visto anche tu l'ultimo cortometraggio di Carlo? Ne sono stato davvero colpito.
tu
ne

16) Ho cominciato a guardare una nuova serie su internet: ne sono stato subito conquistato.
ne

17) Ho saputo che sei stato ammesso alla facoltà di medicina: non ne sei felice?
ne

18) I quadri del periodo blu di Picasso? Ne sono sempre stato affascinato.
ne

19) In libreria ho cercato dei romanzi per ragazzi e ne ho comprati tre.
ne

20) La mia esposizione orale di geografia è andata bene: ne sono davvero orgoglioso.
ne

21) Le vacanze all'isola d'Elba sono finite: ne siamo partiti giusto ieri.
ne

22) Mi ricordo la tua promessa: te ne sei dimenticato?
ne

23) Mio cugino tornerà dall'Australia dopo molti anni: ne attendiamo tutti l'arrivo con ansia.
ne

24) Per merenda ho dei biscotti: ne vuoi qualcuno?
ne

25) Il portiere che ha parato il rigore è veramente forte.
che

26) Il libro che mi hai regalato è fantastico.
che

27) Hai comprato in cartoleria i materiali che ti servono per la verifica di tecnologia?
che

28) L'interruttore che hai schiacciato per sbaglio apre automaticamente le tapparelle dell'aula magna.
che

29) Il postino che sta arrivando in motorino è mio zio Franco.
che

30) Per il mio compleanno Federico mi ha regalato l'abbonamento a Netflix che desideravo da tempo.
che

31) Il motivo per cui ti ho telefonato è l'assenza di Ilaria a scuola.
per cui

32) L'incarico per cui ti sei reso disponibile è molto impegnativo.
per cui

33) Marta mi ha illustrato in dettaglio il progetto di cui sarò responsabile dalla prossima settimana.
di cui

34) Il treno con cui sei tornata da Venezia è un regionale veloce.
con cui

35) Gli amici con i quali siamo usciti sabato sera ci hanno riaccompagnati a casa.
con i quali

36) Sono trascorsi molti giorni dal litigio con Marco% durante i quali ho potuto riflettere sulle mie azioni.
durante i quali

37) L'insegnante da cui sei stato rimproverato per il tuo gestaccio solitamente è molto attento al comportamento dei suoi alunni.
da cui

38) Gli esperti a cui Andrea si è rivolto per informazioni più approfondite sono affidabili.
a cui

Frasi raggruppate per copia/incolla:

Fai l’analisi logica di tutti i pronomi personali delle seguenti frasi:
1) La festa di compleanno di Irene? Ci ha invitato lei stessa giovedì scorso. 2) Gli hai spiegato diffusamente le tue ragioni? 3) Hai ancora la mia racchetta da tennis? Puoi riportarmela per cortesia al prossimo allenamento? 4) Lo strano silenzio di Giancarla? L’abbiamo notato anche noi con preoccupazione. 5) Carlo e Andrea? Li trovo affidabili e darò loro fiducia in caso di bisogno. 6) Se arrivate prima a scuola aspettateci davanti al cancello. 7) Se Martina verrà domani al cinema? Gliel’ho già chiesto io. 8) Le fotocopie di geografia? Nel caso tu vada da Giacomo, portagliele. 9) Come promemoria inviatemi una mail oppure mandatemi un messaggio via chat. 10) Carlo? Non l’hai visto tu in centro? Gli hai parlato?

Fai l’analisi logica di tutti i pronomi personali ne delle seguenti frasi:
1) Adesso non ho tempo: ne parliamo domani? 2) Che belli quei volumi antichi: la biblioteca ne è piena. 3) Conosco bene il Professor Bianchi e ne stimo il rigore e la serietà. 4) Eravamo fermi nel traffico, ma fortunatamente ne siamo usciti prendendo una scorciatoia. 5) Hai visto anche tu l’ultimo cortometraggio di Carlo? Ne sono stato davvero colpito. 6) Ho cominciato a guardare una serie su internet: ne sono stato subito conquistato. 7) Ho saputo che sei stato ammesso alla facoltà di medicina: non ne sei felice? 8) I quadri del periodo blu di Picasso? Ne sono sempre stato affascinato. 9) In libreria ho cercato dei romanzi per ragazzi e ne ho comprati tre. 10) La mia esposizione orale di geografia è andata bene: ne sono davvero orgoglioso. 11) Le vacanze all’isola d’Elba sono finite: ne siamo partiti giusto ieri. 12) Mi ricordo la tua promessa: te ne sei dimenticato? 13) Mio cugino tornerà dall’Australia dopo molti anni: ne attendiamo tutti l’arrivo con ansia. 14) Per merenda ho dei biscotti: ne vuoi qualcuno?

Fai l’analisi logica di tutti i pronomi relativi che, distinguendo se hanno funzione di soggetto o complemento:
1) Il portiere che ha parato il rigore è veramente forte. 2) Il libro che mi hai regalato è fantastico. 3) Hai comprato in cartoleria i materiali che ti servono per la verifica di tecnologia? 4) L’interruttore che hai schiacciato per sbaglio apre automaticamente le tapparelle dell’aula magna. 5) Il postino che sta arrivando in motorino è mio zio Franco. 6) Per il mio compleanno Federico mi ha regalato l’abbonamento ad una rivista che desideravo da tempo.

Fai l’analisi logica di tutti i pronomi relativi cui:
1) Il motivo per cui ti ho telefonato è l’assenza di Ilaria a scuola. 2) L’incarico per cui ti sei reso disponibile è molto impegnativo. 3) Marta mi ha illustrato in dettaglio il progetto di cui sarò responsabile dalla prossima settimana. 4) Il treno con cui sei tornata da Venezia è un regionale veloce. 5) Gli amici con i quali siamo usciti sabato sera ci hanno riaccompagnati a casa. 6) Sono trascorsi molti giorni dal litigio con Marco, durante i quali ho potuto riflettere sulle mie azioni. 7) L’insegnante da cui sei stato rimproverato per il tuo gestaccio solitamente è molto attento al comportamento dei suoi alunni. 8) Gli esperti a cui Andrea si è rivolto per informazioni più approfondite sono affidabili.

Percorso interdisciplinare sull’Inferno

Percorso interdisciplinare sull'Inferno

Condivido in questa pagina le ipotesi di un percorso interdisciplinare sull’Inferno della Divina Commedia di Dante Alighieri che avevo il desiderio di preparare da diverso tempo.

L’intero percorso trova il suo baricentro nel testo poetico dantesco: l’unico prerequisito è un’introduzione alla Divina Commedia che può essere letta e sintetizzata nei suoi punti fondamentali a partire da qualsiasi antologia in adozione.
L’obiettivo del lavoro è quello di potenziare la lettura del testo dantesco attraverso la memorizzazione e la recitazione di alcune terzine dantesche e la loro rielaborazione in forma grafica e musicale, che potrebbe confluire nella realizzazione di un montaggio audiovisivo interamente progettato e realizzato dai ragazzi.
Per questo motivo, ho riletto alcuni passaggi dell’Inferno dantesco con una particolare attenzione per la loro “tangibilità” visiva e acustica, selezionandone alcuni che mi sembravano particolarmente congeniali ad una rappresentazione scenica o pittorica.
Il risultato di questo lavoro è stato la scrittura di un fascicolo in cui il testo poetico è intervallato da una sintesi in prosa finalizzata esclusivamente a fini di contestualizzazione estremamente diversificati; l’apparato di note al testo è stato completamente abolito, per cui la lettura e l’interpretazione, la parafrasi e l’analisi del testo devono essere svolte verso per verso dal docente, e gli allievi sono chiamati ad un confronto diretto con la poesia dantesca; lo spazio bianco lasciato attorno alle terzine è essenziale affinché i ragazzi possano postillare il significato dei termini, la parafrasi, i concetti fondamentali dell’universo simbolico e letterario dantesco che il docente ritiene opportuno sottolineare.
In seguito a questo lavoro, che costituisce il centro nevralgico del progetto, è possibile valutare di intraprendere alcuni percorsi interdisciplinari, resi possibili dal fatto che tutte le terzine selezionate si caratterizzano per una grande forza espressiva e descrittiva, e si prestano ad essere disegnate e rielaborate audiovisivamente: alla fine della lettura e dell’analisi, si potrà decidere di assegnare a ciascun allievo il compito di disegnare uno sfondo o una scena della Divina Commedia e, parallelamente, di lavorare sulla memorizzazione e l’interpretazione del testo poetico; a ciò si può aggiungere un lavoro sui rumori, la musica e tutte le molteplici dimensioni acustiche in esso evocate.

Il testo in pdf del fascicolo di questo percorso interdisciplinare sull’Inferno può essere scaricato cliccando su questo link tra i materiali di Italiano.

L’immagine di Dante pubblicata è il dettaglio di un dipinto di Sandro Botticelli.

Prove Invalsi di Grammatica per la terza media

Ho raccolto in questa pagina tutti i quesiti delle prove Invalsi per la terza media.

Le scansioni dei fascicoli sono disposte in ordine cronologico, per mantenere la varietà e l’alternanza dei quesiti.
Il file può essere scaricato in pdf a questo link, caricato nella pagina dedicati ai materiali Invalsi.
Per evitare un numero eccessivo di fotocopie e utilizzare eventualmente fascicoli riutilizzabili, ho predisposto questa scheda di registrazione delle risposte.

La Società delle Nazioni: fonti iconografiche

la società delle nazioni

La Società delle Nazioni ha costituito un fragile tentativo di organizzazione sovranazionale sorto nel 1919 dopo la fine della Prima Guerra Mondiale su iniziativa del Presidente degli Stati Uniti Woodrow Wilson, e che aveva come obiettivi prioritari la risoluzione diplomatica delle crisi politiche internazionali e la ricerca di una pace duratura dopo la tragedia che aveva colpito in particolare l’Europa negli anni immediatamente precedenti.

Questa organizzazione, che non includeva la Russia Rivoluzionaria e la Germania, e dalla quale gli stessi Stati Uniti d’America si sfilarono in seguito alla mancata ratifica del Trattato di Versailles da parte del Senato e alla successiva elezione a Presidente di James Fairman Fielder, fu sciolta dopo la Seconda Guerra Mondiale, nel 1946, e sostituita dall’Organizzazione delle Nazioni Unite.
Dal punto di vista storiografico, la Società delle Nazioni si è caratterizzata come un tentativo di risoluzione dei conflitti per via diplomatica soltanto parzialmente riuscito, e limitato ad alcune situazione circoscritte, mentre non è riuscita ad incidere nelle vicende dei principali stati europei e nell’ascesa dei totalitarismi, a causa dei quali lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale a poco più di vent’anni di distanza dalla conclusione della Prima.
Le due fonti iconografiche che proponiamo rappresentano due differenti punti di vista sulla nascita della Società delle Nazioni, e sono state entrambe pubblicate su due giornali inglesi: la prima, intitolata “Il fiore”, è stata pubblicata dopo la formazione di questo organismo sovranazionale, e pone l’accento in modo particolare sul legame con il conflitto appena concluso e con il suo obiettivo di portare ad una fase di pace tra gli stati; la seconda, “La pietra mancante”, rifletta invece sulla fragilità di questa assemblea, individuandone la causa in modo specifico nell’isolazionismo statunitense degli anni Venti.
Entrambi i materiali presenti in questa pagina sono pubblicati in formato pdf nella pagina materiali di storia.

Giornata della memoria 2021

giornata della memoria 2021

Per la giornata della memoria 2021 propongo la visione di un frammento tratto dal documentario di Liliana Cavani, La donna nella Resistenza del 1965.

La protagonista di questo passaggio del documentario è Marcella Ficca Monaco, antifascista e partigiana che ha avuto un ruolo importante nell’organizzazione della fuga di Sandro Pertini e Giuseppe Saragat dal carcere di Regina Coeli durante l’occupazione tedesca.

In questo passaggio, così come in molti punto del documentario di Liliana Cavani, emerge con grande forza ed evidenza il grande tema del maternage di massa a cui le donne hanno dato vita dopo le tragiche conseguenze dell’arministico dell’8 settembre: una maternità estesa dal proprio nucleo familiare a altre donne, a bambini, ad altri nuclei familiari spezzati dal conflitto, a soldati sbandati e ai partigiani in lotta contro l’occupazione nazifascista.
Durante la testimonianza di Marcella, davanti ai nostri occhi si dipana con grande chiarezza il film di quanto viene narrato con tanta esattezza. Ma soprattutto il suo primo piano diventa un microracconto in cui si susseguono le emozioni provate, che non sono mai autoreferenziali, ma sempre strettamente annodate a ciò che le aveva suscitate: i camion in partenza da Regina Coeli e la comunicazione del pericolo imminente; quel padre che, lasciando cadere la figlia oltre transenna del camion, consegna la propria vita ad una donna sconosciuta; le altre donne che aiutano Marcella e la bambina a nascondersi dalle SS; il pianto inconsolabile della bambina la prima notte dopo l’adozione forzata, che neanche i suoi figli riescono a calmare; il tenero compiacimento nella cura dell’aspetto e del vestito della bambina da poco adottata; infine la sottolineatura della gratitudine della madre naturale della bimba verso suo marito, il medico del carcere.

Anche quest’anno per la giornata della memoria 2021 ho quindi deciso di non ricorrere a racconti di finzione, che trovo sempre più problematici da proporre, ma di utilizzare fonti documentarie.
Il video è archiviato tra i materiali per l’audiovisione.
Il video è stato estratto dal documentario di Liliana Cavani per uso esclusivamente didattico e divulgativo: nel caso chi detenesse i diritti del video voglia chiederne la rimozione scriva a scuolamediadigitale[at]gmail[punto]com.

Compito autentico di scrittura

compito autentico di scrittura

Ecco un esempio di come può nascere l’idea di un compito autentico di scrittura direttamente in classe, sulla base di un’attività di conoscenza e prevenzione del fenomeno del bullismo originata dalla lettura di L’inventore dei sogni.

“Prof., ma il tema del bullismo è presente anche in Camilla che odiava la politica!”
“Sì, in effetti è vero: mi pare che Camilla venga presa in giro, e in modo costante, da qualcuno dei suoi compagni.”
“Sì, ho letto l’inizio del libro quella mattina che me l’ha prestato al parco.”
“Allora sai cosa potresti fare allora? Potresti leggerlo tutto e tirare fuori un brano del romanzo come se dovesse entrare a far parte di un’antologia, nel capitolo sul bullismo. Scrivi un’introduzione e anche delle domande di comprensione. Ok? Poi scriviamo all’autrice della nostra antologia e le consigliamo di inserire quel brano. Che ne pensi?”
“Va bene.”
“Ah, professore, adesso che ci penso il bullismo è presente anche in Stargirl.”
“Sì, giusto. Anche se a dire il vero Stargirl vola alto, vola altissimo rispetto alle maldicenze delle compagne. Forse il tema più adatto non è il bullismo, quanto piuttosto il conformismo dei suoi compagni: Mica, questa città dell’Arizona, dove tutto è uguale a se stesso. Poi arriva Stargirl e ribalta tutto. Per questo è il libro che preferisco tra quelli che vi ho dato. E di Mio fratello rincorrre i dinosauri cosa scegliereste?”
“Professore, il capitolo del parco.”
“Io non l’ho letto, di cosa parla?”
“Il capitolo del parco è interessante, perché il protagonista Giacomo diventa spettatore di un atto di bullismo di cui è vittima suo fratello Giovanni, e anziché intervenire decide di restare in disparte. Anche questo potrebbe essere messo in un volume di antologia: chi vuole fare il lavoro?”
“Lo faccio io professore!”

La proposta, sorta quasi per caso nel momento in cui gli allievi hanno ricordato le letture estive assegnate in relazione al tema che stavamo trattando, si è successivamente articolata nella stesura di un piano di lavoro condiviso, che prevede i seguenti punti:
1) Definizione dell’obiettivo del lavoro, così riassumibile: scegliere un brano di un romanzo letto durante l’estate e inserirlo in un volume di antologia per la scuola media.
2) Individuazione di temi nei quali possono essere inseriti i brani, a partire dalle idee degli alunni: i temi possono essere già presenti nel manuale in adozione oppure diversi.
3) Individuazione dell’episodio da inserire nel manuale di antologia.
4) Scrittura di un’introduzione che chiarisca al lettore dell’antologia gli elementi essenziali per comprendere efficacemente il brano proposto.
5) Costruzione di un apparato di esercizi di comprensione e analisi del testo sulla base di quello presente nel manuale in adozione.
6) Stesura di una lettera all’autrice di un’antologia nella quale si cerca di promuovere l’inserimento del brano scelto.

Le competenze che si mobilitano in un’attività del genere sono svariate: rilettura selettiva, gerarchizzazione di tematiche, stesura di testi espositivi, regolativi, argomentativa. Il lavori possono essere corredati anche da illustrazioni e raccolti in un volume.

Compito autentico di scrittura
Compito autentico di scrittura

Materiali di Storia

materiali di storia

In questa pagina verrà via via aggiornato un archivio di materiali di Storia predisposti nel corso del tempo e variamente utilizzati nella programmazione curricolare.
I materiali sono disposti in ordine cronologico, con l’indicazione dell’argomento all’inizio della riga. Per quanto riguarda le presentazioni e le sintesi di ciascun argomenti, in molti casi ho caricato una presentazione compatta che contiene le slide complete, una in maiuscoletto destinata agli alunni con DSA e una scandita riga per riga, ideale da presentare in classe.



















































In questa pagina verrà via via aggiornato un archivio di materiali di Storia predisposti nel corso del tempo e variamente utilizzati nella programmazione curricolare.
I materiali sono disposti in ordine cronologico, con l’indicazione dell’argomento all’inizio della riga. Per quanto riguarda le presentazioni e le sintesi di ciascun argomenti, in molti casi ho caricato una presentazione compatta che contiene le slide complete, una in maiuscoletto destinata agli alunni con DSA e una scandita riga per riga, ideale da presentare in classe.In questa pagina verrà via via aggiornato un archivio di materiali di Storia predisposti nel corso del tempo e variamente utilizzati nella programmazione curricolare.
I materiali sono disposti in ordine cronologico, con l’indicazione dell’argomento all’inizio della riga. Per quanto riguarda le presentazioni e le sintesi di ciascun argomenti, in molti casi ho caricato una presentazione compatta che contiene le slide complete, una in maiuscoletto destinata agli alunni con DSA e una scandita riga per riga, ideale da presentare in classe.In questa pagina verrà via via aggiornato un archivio di materiali di Storia predisposti nel corso del tempo e variamente utilizzati nella programmazione curricolare.
I materiali sono disposti in ordine cronologico, con l’indicazione dell’argomento all’inizio della riga. Per quanto riguarda le presentazioni e le sintesi di ciascun argomenti, in molti casi ho caricato una presentazione compatta che contiene le slide complete, una in maiuscoletto destinata agli alunni con DSA e una scandita riga per riga, ideale da presentare in classe.

Il diritto di contare

il diritto di contare

Il diritto di contare è un film statunitense del 2016 diretto da Theodore Melfi. La pellicola, ambientata all’inizio degli anni Sessanta del secolo scorso, narra le vicende di tre donne di colore che lavorano alla NASA, e la lotta che ciascuna di esse deve combattere per affermare i propri diritti e la propria indipendenza dal pregiudizio di genere e razziale.
Questo film si presta quindi ad essere efficacemente inserito nel percorso di una classe terza media sotto molteplici aspetti: dal punto di vista tematico incrocia infatti alcune tematiche centrali come la discriminazione di genere e razziale, la corsa allo spazio e la storia del Secondo Dopoguerra.
Accanto a queste chiavi di lettura, per le quali probabilmente è più adatto il ricorso ad altre opere audiovisive, Il diritto di contare si presto all’avvio o all’approfondimento del percorso di orientamento di terza, propedeutico alla scelta da parte degli alunni della scuola superiore. Nel percorso delle tre protagoniste infatti sono particolarmente rilevanti le differenze nelle abilità, nelle motivazioni e negli obiettivi di ciascuna; tutte e tre inoltre si rapportano in modo diversificato con il contesto, oltre che professionale, anche familiare e sociale; infine, emerge anche più volte nel corso del film una riflessione sulla natura delle regole e della loro messa in discussione.
Alla pagina di orientamento ho allegato una pdf contenente una scheda con i personaggi principali, una lista di domande di comprensione e analisi del testo audiovisivo con particolare riferimento alla dimensione orientativa sopra citata, alcuni spunti di discussione collettiva o riflessione individuali sui temi dell’orientamento e un elenco di fotogrammi utili per la scelta dei frames più importanti e la stesura di didascalie esplicative (attiivà, questa, che permette di cogliere quali snodi del film i diversi alunni abbiano colto come fondamentali). Ho inoltre aggiunto un pdf di approfondimento tratto da Il Post che si sofferma sugli aspetti romanzeschi del racconto. Infine ho estrapolato delle brevi sequenze a scopo didattico, utili per la revisione o per la risposta alle domande di comprensione del film.

Interiezione

interiezione
Tutte le vignette che seguono sono tratte dal fumetto Disney Topolino e i segreti di Casa Diavolo, pubblicato in Topolino n° 1225 del 20 maggio 1979. Si tratta di un avvincente episodio giallo, in cui Topolino e Pippo svolgono un’indagine sulla sparizione di due impiegati del Poligrafo di Stato.
In ciascuna vignetta è presente un’interiezione: dopo aver letto interamente la vignetta, seleziona l’idea che maggiormente si avvicina al significato dell’interiezione presa in esame.
YIUK! YIUK!
fretta
eccitazione
tranquillità
pacatezza
controlla
GAWRSH!
delusione
interesse
indifferenza
stupore
controlla
ULP!
spavento
curiosità
angoscia
attenzione
controlla
HRUNF!
disappunto
sconcerto
dolore
noia
controlla
UHMM... UHMM...
riflessione
consapevolezza
ricordo
ragionamento
controlla
YIUP!
risveglio
consapevolezza
entusiasmo
vigilanza
controlla
TSK! TSK!
spensieratezza
leggerezza
sconsideratezza
sottovalutazione
controlla
SGRUNT!
disapprovazione
accondiscendenza
estraneità
sconcerto
controlla
UHMM...
disaccordo
titubanza
stranezza
soggezione
controlla
AH-AAHH!
forza d'animo
ammirazione
soddisfazione
serenità
controlla
BAH!
opposizione
accordo
entusiasmo
perplessità
controlla
BOH!
indifferenza
curiosità
ignoranza
impulsività
controlla
UHMM...
incertezza
ricerca
ricordo
riflessione
controlla
ULP!
fastidio
schifo
spavento
infelicità
controlla
CHE DIAMINE!
disapprovazione
comprensività
sensibilità
pragmatismo
controlla
BE'
attenzione
coraggio
propositività
incertezza
controlla
AH-HUNG!
accidia
stanchezza
ozio
indolenza
controlla
RON RON... ZZZ...
sonno
attesa
pigrizia
noia
controlla
SGRUNT!
paura
sorpresa
emozione
fastidio
controlla
TSK! TSK!
rimprovero
accusa
incredulità
scetticismo
controlla
PFUI!
accordo
disaccordo
disinteresse
indifferenza
controlla
AHHUNGHHH!
terrore
disorientamento
timore
sofferenza
controlla
SIGH!
timore
disgusto
circospezione
cautela
controlla
UH?
disappunto
fastidio
perplessità
remissività
controlla