La necessità di elaborare questa scheda didattica sul Risorgimento deriva dal fatto che il manuale attualmente in adozione (giusto per non fare nomi, si tratta di Ieri, domani della Loescher) suddivide la sua trattazione di questo importante tema in tre capitoli distinti (il Quarantotto in Europa, l’Unità d’Italia e i problemi dell’Italia post-unitaria).

Personalmente ritengo che i fatti del Risorgimento che vanno dal 1948 al 1970-71 vadano trattati, per maggior chiarezza espositiva e ordine logico, in una stessa unità di apprendimento: per questo motivo ho ritenuto utile proporre ai ragazzi un quadro generale dei contenuti che saremmo andati ad affrontare, e successivamente ho indicato in modo esatto le pagine del manuale da studiare, in modo da non creare troppa confusione.

Questa scheda didattica sul Risorgimento non vuole essere soltanto un esercizio, ma anche uno strumento utile per il ripasso di tutta l’unità e, nel contempo, anche per la revisione precedente l’esame di licenza: si tratta di una sintesi dei concetti principali che deve essere completata dagli allievi con gli opportuni inserimenti presi in calce da ogni sezione del testo. Chiaramente l’esercizio dovrebbe essere fatto senza l’aiuto dei suggerimenti, che vengono lasciati per gli alunni con più difficoltà. L’esercizio, che riguarda tutto il Risorgimento, dovrebbe riuscire a dare un quadro complessivo che mette a fuoco alcune questioni politiche e sociali fondamentali, tralasciando, ad esempio, i nomi delle battaglie e sacrificando aspetti relativi alle vicende belliche.

Evidentemente, a margine di un’attività di questo tipo che non dovrebbe andare oltre le 3 o 4 ore di lezione, sarà possibile affidare ai singoli alunni approfondimenti storici, biografici o letterari su singole fasi del Risorgimento italiano.

La presente scheda didattica sul Risorgimento può essere utilizzata come esercitazione da fare in classe compito a casa oppure come verifica finale, presa in toto oppure in parte, con i suggerimenti oppure senza di essi.

Per scaricare la scheda cliccare qui.