scheda per la revisione
Questa pagina contiene una scheda per la revisione, che i ragazzi possono utilizzare anche nelle prove di produzione scritta da svolgere in classe. Le schede in pdf sono contenute nei materiali di scrittura. La revisione del testo costituisce una delle fasi di lavoro sicuramente più complesse ed ostiche per i ragazzi: l’uso di questa scheda per la revisione dovrebbe essere accompagnata da attività specifiche, eventualmente da riprendere a distanza di tempo, anche integrate al dettato, esercizio a mio avviso troppo trascurato e non più considerato, erroneamente, una buona pratica. Ho innanzituttto introdotto questa attività di revisione (1) chiedendo ai ragazzi di leggerle con attenzione e (2) di integrare la scheda con altri errori ricorrenti presenti nei loro temi, favorendo anche la loro corretta classificazione. Successivamente ho chiesto i ragazzi di (3) scrivere per casa dieci frasi di senso compiuto da dettare ai compagni in classe contenenti le parole indicate nella scheda. In classe, quindi, (4) ciascun alunno detterà una frase, scegliendola tra quelle che via via presentano errori diversi dalle precedenti.
Errori di ortografia frequenti:
Non accellerare…ma accelerare
Non affianco…ma a fianco
Non apposto…ma a posto
Non avvolte…ma a volte
Non daccordo…ma d’accordo
Non d’avanti…ma davanti
Non in fine…ma infine
Non in oltre…ma inoltre
Non obbiettivo…ma obiettivo
Non sopra tutto
e sopratutto
…ma soprattutto
Uso dell’H:
Mai dopo un verbo:
“Sono andato ha casa”
Mai tra due verbi:
“Ho cominciato ha correre”
Soltanto come
voce del verbo avere
al presente indicativo
o come ausiliare
Riconoscimento e correzione del “dove” polivalente:
Non può mai sostituire
che“, “cui“, “quando
Significa
nel luogo in cui
Quando lo rileggi la frase,
prova a sostituire “DOVE”
con l’espressione “NEL LUOGO IN CUI”:
se la frase funziona, è corretta;
altrimenti usa “che”, “cui”, “quando”
Riconoscimento e correzione di forme colloquiali:
Dislocazioni (per approfondire)
Il film l’ho visto ieri sera” Ho visto il film ieri sera”
“Tu” impersonale (per approfondire)
“Per vedere la bellezza
tu devi
leggere tanto”
“Per vedere la bellezza
si deve
leggere tanto”
Uso di “tipo”
“Ho visto tanti film fantasy,
tipo Harry Potter”
“Ho visto tanti film fantasy,
come ad esempio Harry Potter”
Scrittura dei monosillabi:
Con l’ACCENTO Con l’APOSTROFO SENZA SEGNI
Se descrive un’azione:
“Carlo un consiglio a Luigi.”
da’ Se indica un ordine:
Da’ a Luca il libro.”
da In tutti gli altri casi
Se è sinonimo di “giorno”:
“D’estate il dura di più della notte.”
di’ Se indica un ordine:
Di’ al prof la verità.”
di In tutti gli altri casi
è Se è terza persona del verbo essere. e’ MAI e Per collegare due parole o frasi
MAI fa’ Se indica un ordine:
Fa’ presto”
fa Sia come verbo che come nota musicale
Se indica una posizione nello spazio:
“Guarda !”
la’ MAI la Come articolo, pronome o nota musicale
Se indica una posizione nello spazio:
“Il computer è in fondo.”
li’ MAI li Come pronome
Se vuol dire “non” o “e neanche ne’ MAI ne Come pronome
quà MAI qua’ MAI qua SEMPRE
quì MAI qui’ MAI qui SEMPRE
stà MAI sta’ Se indica un ordine:
Sta’ fermo per cortesia.”
sta Come terza persona del verbo “stare”
Quando viene usato per indicare una persona o una cosa se’ MAI se Prima di “stesso” o per formulare ipotesi
Quando indica la bevanda calda delle cinque te’ MAI te In tutti gli altri casi
  • BARRA LATERALE

    Questo campo è la default sidebar

  • Una risposta

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *